Scelta rubinetto bagno 

Il rubinetto del bagno potrebbe essere considerato un semplice elemento d’arredo ma, invece, rappresenta un elemento funzionale della stanza che sarà utilizzato molto spesso anche da amici e parenti.


Ci sono molte marche di rubinetti e spesso non si sa quale scegliere. Ad esempio, alcuni dei brand più famosi sono Grohe, Ideal Standard, Ponsi, Zucchetti Rubinetteria. Quindi, se vuoi capire come scegliere un rubinetto per il bagno, è importante comprendere come trovare la soluzione migliore che sia un connubio perfetto di estetica e di funzionalità.


Per farlo, è necessario conoscere i tipi di rubinetti bagno e individuare correttamente le misure. Inoltre, ti servirà la nostra guida per chiarirti un po' le idee!

Trova il tuo centro

Prima di valutare l’acquisto di un nuovo set rubinetteria bagno è importante capire il centro del tuo rubinetto. In particolare, ci riferiamo alla distanza tra i fori del rubinetto presenti nel lavandino dal centro. Inoltre, sarà importante anche misurare la distanza tra questi fuori e il muro per evitare di acquistare un’opzione che, alla fine, farà fatica ad adattarsi a quello spazio. 

Quando prendi le misure rubinetti bagno è importante scegliere dei pezzi che siano bilanciati nelle dimensioni. Ad esempio, non vorresti mai che un lavandino di piccole dimensioni abbia un rubinetto enorme. Lo stesso discorso si può fare per l’altezza del rubinetto dal lavandino oppure dal lavabo. 

Una scelta errata in questo frangente potrebbe comportare dei problemi quando ci si lava oppure di afflusso dell’acqua. 

Tipi di installazione del rubinetto

Scegliere tra i tipi di rubinetto potrebbe diventare semplice se consideri una serie di fattori. Oltre a quelli già visti, è importante capire quanti fori hai a disposizione per evitare di scegliere un set rubinetteria che non si adatti alla tua configurazione.

Altrimenti, dovrei effettuare una piccola ristrutturazione del tuo bagno perché avrai bisogno di un lavandino o di un mobile completamente diverso. 

Rubinetti monoforo

I rubinetti monoforo hanno necessità di un unico foro perché presentano una sola maniglia, leva o manopola per far uscire l’acqua e controllare al tempo stesso la temperatura. 

I rubinetti a foro singolo forniscono un controllo più preciso del volume e della temperatura. Inoltre, un rubinetto a foro singolo si traduce in un lavoro di installazione molto più rapido rispetto a qualsiasi altro.

Rubinetti Centerset

Questa configurazione è molto diffusa nella maggior parte dei bagni e si adatta perfettamente a qualsiasi tipologia di ambiente. I rubinetti centerset prevedono un’unica unità che contempla sia il rubinetto da cui uscirà l’acqua che le manopole. Avrai a disposizione dei controlli differenti per scegliere l’acqua calda e fredda nonché anche il volume dell’acqua che uscirà. 

Rubinetti diffusi

Anche questa tipologia di rubinetti è molto diffusa e prevede la presenza di tre elementi distinti quali le due manopole e la bocca da cui fuoriesce l’acqua. Ciò permette di avere una distanza maggiore tra i tre elementi ma non ha alcun tipo di vantaggio in termini di funzionalità rispetto ai rubinetti centerset. 

Rubinetti a parete

Questo è un rubinetto che rappresenta un’alternativa alla moda ai tradizionali set di rubinetti montati su un lavandino. L’obiettivo di questa soluzione è quello di liberare lo spazio sul lavandino ma può nascondere un progetto più complesso perché richiede di misurare il beccuccio in maniera corretta e avere a disposizione una valvola a parete connection.



Tipi di maniglia del rubinetto

Le maniglie dei rubinetti rappresentano gli elementi più importanti perché ti consentono di determinare la pressione dell’acqua nonché la sua temperatura. Vediamo quali sono le tipologie più diffuse.

Una maniglia

I rubinetti a una maniglia offrono un controllo ottimale della temperatura e del volume. La rotazione della maniglia provoca un cambiamento di temperatura, mentre sollevandola o abbassandola cambierà la pressione dell'acqua.

Due maniglie

Questi rubinetti sono disponibili sicuramente in una maggiore variazione di stili e di dimensioni. Una maniglia determinerà il volume dell’acqua calda, mentre l’altro quello dell’acqua fredda. 

Rubinetti touchless

Questi rubinetti non hanno alcun tipo di maniglia e la temperatura è spesso costante e scelta al momento in cui viene installato. Per funzionare, il rubinetto utilizza dei sensori elettronici che andranno ad individuare il movimento. Si spegne in maniera automatica. 

Rubinetti ad attivazione tattile

I rubinetti ad attivazione tattile sono molto simili alle opzioni touchless. Anche in questo caso sono delle alternative senza maniglia e, per essere attivati, richiedono un tocco al sensore. Per i rubinetti ad attivazione tattile la temperatura viene preimpostata al momento dell’installazione.


Stili della maniglia del rubinetto

Le manopole o le maniglia del tuo rubinetto dovrebbero essere coordinati in termini di colori e design con il beccuccio. Potrebbe anche essere una buona idea quella di coordinare lo stile del tuo rubinetto con gli elementi di arredo presenti nel tuo bagno. Quali sono le tipologie di maniglie disponibili in commercio?

  • Maniglie a leva: le maniglie a leva sono sicuramente tra le soluzioni che offrono uno stile più contemporaneo e possono essere a forma di lama, cuneo oppure semplicemente arrotondate. Di solito, offrono un angolo che può andare da 90 a 120 gradi.
  • Maniglie a croce: le maniglie a croce sono delle soluzioni che riescono ad integrare un aspetto tradizionale con una incredibili facilità d’uso. Infatti, questo stile è più semplice da afferrare e offre una rotazione che va da 90 a 360 gradi per poter aprire o chiudere l’acqua.
  • Manopole: le manopole sono degli elementi che si trovano in linea generale su dei rubinetti più economici e senza troppe pretese. Sono delle soluzioni che ti consentono di gestire la temperatura dell’acqua e il volume in maniera intuitiva.

Costruzione del rubinetto

Infine, è importante capire quali potrebbero essere i materiali utilizzati per la realizzazione dei rubinetti. Ovviamente, la distinzione tra un materiale e l’altro incide sulla sua qualità nonché anche sullo stile che può offrire.


Materiale di alta qualità

La maggior parte dei rubinetti da bagno di alta qualità utilizzano l’ottone come materiale principale per poter garantire una maggiore durata del prodotto.


Dischi ceramici

I dischi ceramici sono sempre più diffusi quando si parla di rubinetti per il bagno. Quest’ultimi sono stati in grado di sostituire i dischi in gomma che venivano utilizzati nei beccucci perché garantiscono delle prestazioni nel complesso migliori.

Garanzia di qualità per un rubinetto consiste anche nella reperibilità delle parti di ricambio, originali e non, per garantire lunga vita al prodotto.